Semi-Bluff: quali sono i consigli?

Il semi-bluff o altrimenti chiamato Texas hold’em è una tecnica per aumenta le tue possibilità di vincita nei giochi di casinò. Alcune persone confondono il semi-bluffing con il bluff, ma le due tecniche sono completamente opposte. Il semi-bluff è composto dal bluff stesso ma accompagnato da un pareggio, è il pareggio che lo differenzia dal bluff. In realtà, molti giocatori hanno applicato una volta o l’altra la tecnica del semi-bluff senza saperlo, perché il suo principio è abbastanza banale. È sufficiente scommettere su un pareggio alto quando non si ha ancora nulla.

Cosa devi sapere sul semi-bluffing

Il semi-bluff è una delle tecniche più potenti nel poker, è infallibile. Su grandi giocatori di pokerÈ considerata la mossa migliore. Ci vuole molta sottigliezza e abilità per far credere agli altri che la tua mossa è reale e che non stai bluffando. Il modo giusto e il momento giusto faranno di ogni giocatore uno dei migliori nel poker.
Ma perché tutto questo funzioni è importante seguire una serie di consigli, perché ogni tecnica ha il suo percorso. Infatti, i consigli per il semi-bluffing sono simili a quelli per il bluff, quindi se qualcuno ha già usato quest’ultimo, il semi-bluffing gli sembrerà familiare.
Ecco i principali consigli che si possono dare riguardo al semi-bluff:

  • Non si dovrebbe non abusare del bluff,
  • Non si dovrebbe bluffare contro molti giocatori,
  • La posizione deve essere presa in considerazione,
  • Bisogna fare attenzione che la bozza sia forte.

Naturalmente, ognuno è libero di seguire o meno questi consigli, ma vi aiuteranno a massimizzare le vostre possibilità di successo. Infatti stare attenti è un elemento molto importante in questa tecnica, non bisogna assolutamente usarla in modo sbagliato, così gli avversari capiranno l’idea e riusciranno ad aggirarla. Quando ci si trova di fronte a un gran numero di giocatori non si dovrebbe correre nemmeno questo rischio, il che è in realtà molto logico, dato che le possibilità di essere smascherati sono più alte.

Cos’è il gioco dell’isolamento?

In realtà il termine può essere diverso, ma definisce semplicemente l’approccio semi-bluff. Isolare uno o più avversari per avere meno giocatori di fronte e quindi Statistiche di vincita sono più alti. Il campo d’azione è ridotto, quindi c’è una migliore possibilità di vincere la scommessa. Per isolare qualcuno devi sovra-rilanciare, il giocatore avrà già rilanciato in precedenza, questo toglie tutti i partecipanti dal gioco e lascia solo un heads-up. Ma attenzione, questa tecnica dovrebbe essere usata solo quando l’avversario ha un piccolo stack, o in altre parole un giocatore corto. È preferibile Isolare quando è in posizione.

Ora dovete sapere che ci sono diversi isolamenti, che dipendono dal tipo di giocatore che avete di fronte: gli short stacks, i maniaci, i Limpers. In seguito, descriveremo in dettaglio la procedura da seguire per ciascuno di essi.

Isolare una pila corta

Come già detto, è preferibile Isolare una pila corta di un altro tipo di giocatore, ecco come si dice, più attento. Questo è il gioco di isolamento più semplice che si usa, specialmente quando si affronta un giocatore formidabile.

La chiave per questo non è chiamare, ma sovra-rilanciare, il che porterà il tuo avversario ad essere cauto e a pensare che tu abbia una mano forte, cosa che non necessariamente fai. Con questo approccio si evitano i big blinds e si ha a che fare solo con i piccoli stack, si rimane cauti anche nel caso di un cattivo flop.

Ha più senso eliminarli perché possono essere una minaccia molto grande nel gioco e quindi ridurre al minimo le nostre possibilità di successo, a differenza degli altri due tipi che non presentano lo stesso grado di pericolo per il nostro gioco. Uno short stack è un buon giocatore, che ha una buona mano e può vincere facilmente.

Isolare i maniaci

Qui l’obiettivo sarà quello di isolare un giocatore troppo aggressivo e metterlo fuori gioco. Qui si può vincere dopo un flop. Anche qui non si dovrebbe sistematicamente chiamare, in quanto ciò può permettere ad altri giocatori di girare al piatto e quindi ciao competizione! Mentre l’over-raising permette di scacciare tutti i giocatori che possono essere in gioco, con questo metodo ci si trova faccia a faccia con il giocatore aggressivo, che si troverà costretto a ripiegare la maggior parte delle volte. Alla fine il La cosa più difficile è riconoscere il giocatore aggressivo, Una volta fatto, è facile isolarli.

Isolare gli zoppi

L’ultimo elemento che generalmente dovrebbe essere isolato sono i giocatori deboli. Il principio è lo stesso che per maniaci. Qui sarà sufficiente rilanciare anche se la mano che avete non è importante, l’avversario avrà paura e ripiegherà direttamente.

Questo tipo di giocatore si trova di solito come poker per principianti. Essi zoppicare e spesso pagano fuori posizione con mani molto piccole. Per approfittare di questa situazione dovresti giocare quanti più piatti possibili, specialmente se sei in posizione.

Per concludere sul semi-bluffing. Si può dire che è una pratica molto comune nei giochi di casinò. Non è necessario essere un grande giocatore per iniziare a usarlo, ma permette di fare qualsiasi giocatore di poker in un giocatore formidabile molto rapidamente. Essere attenti, analizzare i tuoi avversari e sapere quando iniziare a bluffare è la chiave del successo. Come menzionato sopra, non si dovrebbe fare un uso eccessivo del semi-bluff in quanto esporrà chiunque agli altri giocatori e quindi sarà impossibile giocare con questa tecnica.