Lettura del pensiero: vi diciamo tutto!

Poker è un gioco di carte che può avere diverse varianti e forme. Per giocarci, ci deve essere un certo numero di giocatori, cinquanta due carte e i gettoni che rappresentano i puntate dei giocatori. È senza dubbio una questione di un gioco di strategia Per vincere e battere il tuo avversario, devi studiare le varie strategie che esistono, perché non è solo un gioco divertente, è più simile a un incontro di boxe dove devi sviluppare uno stile di gioco e finire il tuo avversario. Il poker può anche darvi un momento di gloria e di orgoglio, per esempio in tornei professionali che sarà necessariamente filmato, trasmesso e commentato, tutto in diretta.

Parlando di strategia, scopriamo insieme una delle principali strategie del poker: la lettura della mente, seguite la guida.

Lettura della mente nel poker: la guida

Come vi diranno tutti i grandi e famosi giocatori di poker, per vincere è inevitabile ricorrere a un tocco di fortuna e un po’ di matematica oltre ad alcuni trucchi. Le tecniche, che potevano portare a leggere i pensieri degli avversari e indovinare le loro prossime mosse, sono state messe da parte a favore dell’aspetto matematico, ora, i tempi sono cambiati e tutti vogliono sviluppare questo talento.

Che cos’è esattamente?

Probabilmente sembra un potere soprannaturale, ma è più una serie di osservazioni che potrebbe portare a una deduzione corretta. Una buona lettura della mente significa giusto processo decisionale Questo è un compito difficile, che mostra inevitabilmente una fiducia attaccata alle informazioni disponibili sulla mano.

Quando osservare correttamente?

La qualità più importante nel poker è osservazione essere in grado di leggere la mente delle persone. Il poker si basa anche su un buon raccolta di informazioni. La prima fase è quindi quella di osservare attentamente, prima le mani dei giocatori quando fanno dei pareggi, o anche quando toccano il gioco. Questo si chiama leggere le mani avversari di poker per ottenere il massimo delle informazioni da loro.

Come dovremmo operare?

Il miglior modo di operare per poter leggere i pensieri nel poker è, come abbiamo già detto, basato su osservando le mani dei giocatori per poterne trarre informazioni. Poi, è necessario essere in grado di stabilire confronti tra i comportamenti di ogni giocatore, sapendo che le reazioni sono diverse a seconda del situazioni di gioco. Queste situazioni di gioco possono essere analizzate stabilendo una classificazione per categoria di comportamento. Infatti, un giocatore tenderà ad adottare tale o tal altro comportamento a seconda della mano che possiede, e non avrà lo stesso comportamento se ha un mano forte o una mano debole.

Il tipo di classifica che si può stabilire, secondo le mani dei giocatori, è secondo la distribuzione di queste mani in quelle che si chiamano gruppi o ventilatore. Questa gamma può essere la seguente:

  • mani considerate come forte in quanto includono carte master per essere in grado di rilanciare e, cosa più importante, di puntare. Per esempio, in Holdem, tre assi sono considerati una mano forte. Questi tipi di mani sono chiamati “mostri”.. Si parla anche del gioco Max e di Nuts,
  • le mani considerate per avere serie possibilità senza essere forte. Per questo tipo di mano, si parla di valore all’abbattimento e o il cosiddetto coppia superiore,
  • le mani considerate come molto buono per le stampe a colori o combinate e che possono diventare migliori ma ancora incomplete. In questo caso si parla di “stampe”.,
  • le mani considerate come void e quindi non può avere nessuna possibilità di vincere. Questo tipo di mano è chiamato “Scogli e aria”..

Come si può vedere, il processo decisionale dipende essenzialmente dal modo in cui le mani dei giocatori sono classificate. Questo classificazione consentirà successivamente la transizione a analisi dei diversi tipi di giocatori, in base alla lettura delle loro mani.

Le informazioni che si possono estrarre da questo tipo di analisi riguardano principalmente :

  • il tipo di giocatore con cui abbiamo a che fare. Due criteri caratterizzano il genere, il ampio e il criterio stretto. Così, un giocatore che gioca più mani, proporzionalmente più del venti per cento delle mani, è considerato un giocatore largo. Questo indicatore è chiamato la percentuale VPIP per “mettere volontariamente in pentola”. Cioè il numero di volte che il giocatore ha messo dei soldi nel piatto,
  • Un altro criterio che può essere ottenuto è il aggressività o il suo opposto. Un giocatore è considerato aggressivo se, da un lato, prende spesso l’iniziativa scommettendo e d’altra parte, se gioca tutte le mani. Questo è conosciuto come una macchina di pagamento o “stazioni di chiamata,
  • si può anche analizzare il cosiddetto criterio della posizione del giocatore. Se quest’ultimo è tardivo la gamma di mani sta aumentando. Si deve prestare particolare attenzione alle cosiddette posizioni di “inizio del discorso”.

Quali sono le regole del Texas Hold’em?

Nel gioco del Texas Hold’em, ci sono due tipi di carte:

  • carte a vuoto Queste sono principalmente le due carte a faccia in giù che i giocatori ricevono all’inizio del gioco,
  • le carte aperte Si dice che le cinque carte scoperte siano comuni a tutti i giocatori. Queste carte sono chiamate tableau.

Così, e in generale, un giocatore può usare sette carte per combinare e ottenere la mano migliore con o senza le carte del tableau.

Il limite di puntata è la caratteristica principale delle varianti di gioco del Texas Hold’em, di cui esistono :

  • con un limite di puntata predeterminato in ogni giro di scommesse, questo è il “Texas Hold’em limit”,
  • con qualsiasi puntata a seconda dello stack del giocatore, questo è il “no limit Texas Hold’em”,
  • con un limite di puntata secondo l’ammontare del piatto, questo è il “pot limit Texas Hold’em”,
  • con turni alternati di ‘limit Texas Hold’em’ e ‘no limit Texas Hold’em’, questo è ‘mixed Texas Hold’em’.